Aneddoti

  • SISSI DEI MENEGHINI

    Questa invece è la new entry in famiglia, Sissi dei Meneghini. La sua bellezza è appagante, ma non è un gatto, o almeno non sa di esserlo: aprire una porta? Masticare qualcosa che non siano crocchette (speciali)? Miagolare agli uccelli? Esplorare la nuova casa? Rispondere al suo nome? Che eresie!! Sinora (ce l’abbiamo da tre mesi, ma ha già tre anni) reagisce solo alla parola ‘spazzola’, allora si pregia di avvicinarsi e farsi cardare, anche pancia e ascelle. La sua remise en forme mattutina è diventata l’antistress di mio marito, che però ogni tanto si assenta da Milano. Allora l’aristogatta viene a protestarmi con garbo sul naso fino a che non provvedo alla sostituzione (mio marito è mattiniero, io no). Ritengo che, nella scala di valori  della trudina, mangiare sia meno importante. Tutto il contrario di Koska che, da vero predatore, ingoia e tesaurizza praticamente ogni cosa commestibile, elargitagli o rubata, sia nella cucina di casa che nella dispensa delle suore nostre vicine, preferibilmente dei tortellazzi ripieni come tordi. Non penso se ne siano mai accorte, anche perché lui è tanto furbo quanto veloce, un misto tra Beep Beep (quello di Wile Coyote) e Speedy Gonzales. Speriamo non leggano questo blog (le suore).